Come rendere uno sgombero green e sostenibile

green_feat
top_green

Spesso il concetto di inquinamento atmosferico viene unicamente associato alle emissioni di anidride carbonica delle automobili, senza tenere in considerazione che gran parte del degrado ambientale locale viene causato dal cattivo smaltimento dei rifiuti.
Cassonetti pieni, con televisori e divani appoggiati ad essi comportano numerosi danni non solo alla circolazione e alla vivibilità delle città, ma anche all’ambiente stesso. Vediamo quindi quali sono le regole d’oro per poter rendere uno sgombero green e sostenibile.

Classificare la tipologia di oggetti che desideri eliminare

Il primo passo da compiere quando si desidera organizzare uno sgombero (a maggior ragione quando lo si vuole trasformare in uno sgombero green) è catalogare tutti gli oggetti che non si desiderano più avere.

Da questo punto di vista stilare una lista con le dimensioni e le caratteristiche potrebbe essere un buon modo per comprendere le successive fasi dello smaltimento: queste infatti si articolano in base alla tipologia di oggetti di cui disfarsi.

Prima di procedere con la realizzazione di questo elenco bisogna ricordare un aspetto: eliminare un oggetto, comporta un dispendio energetico e – per quanto piccolo possa essere – avrà comunque un impatto sull’ambiente. Per questo è importante cercare di conservare più a lungo possibile (nei limiti del necessario) gli oggetti che sono stati precedentemente acquistati.

green_1

Raccogliere i rifiuti ingombranti

I cosiddetti rifiuti ingombranti sono quelli che non possono essere smaltiti nei normali cassonetti, ma che devono essere eliminati contattando l’impresa cittadina adibita. Un esempio di questi sono i divani, le poltrone e i tavoli che – come è facile immaginare – non entrano fisicamente all’interno di un ordinario cassonetto.

Inoltre, è opportuno individuare prontamente i rifiuti ingombranti elettronici che dovranno seguire un percorso di smaltimento differente dagli altri. Lavatrici, lavapiatti e televisori nonché computer e tablet sono solo alcuni degli oggetti che devono essere classificati con questa etichetta al fine di poter essere correttamente smaltiti al termine di uno sgombero. Milano mette a disposizione dei propri cittadini lo smaltimento gratuito di rifiuti attraverso una chiamata all’apposito numero del comune di Milano. Questo servizio è valido per piccoli sgomberi e solamente una volta all’anno.

Se invece stai organizzando uno sgombero appartamento o uno sgombero cantine, Milano è il cuore pulsante di JR Sgomberi. La nostra realtà si occupa di liberare in tempi rapidi e con metodologie ecologiche, atte a garantire un servizio rapido, efficiente e green.

3. Contattare una ditta di sgomberi Milano

Rivolgersi ad un’azienda che si occupa in maniera professionale di sgomberi implica la possibilità di godere di numerosi vantaggi di varia natura: questi sono principalmente di natura organizzativa in quanto un team di esperti si occupa di ogni singolo passaggio dello sgombero cantine, solai o garage (soprattutto nel periodo estivo). In particolare, si prenderanno l’incarico di reperire i permessi per sostare nella zona circostante alla tua abitazione e svolgeranno un servizio di qualità senza creare eccessivo disagio al vicinato.

Inoltre, non bisogna sottovalutare il contributo di un’azienda di sgomberi dal punto di vista ambientale: occupandosi della parte di smaltimento degli oggetti dei quali desideri disfarti, ti sollevano dalle incombenze delle quali ti saresti dovuto fare carico quali, ad esempio, recarsi presso una discarica dopo aver caricato tutto il mobilio su un camion (appositamente noleggiato).

green_2